CRISI CITTÀ METROPOLITANA. AMATA, BUCALO, CATALFAMO: “NO AL BRACCIO DI FERRO TRA ISTITUZIONI CHE MIETE VITTIME TRA I CITTADINI. LAVORO E SERVIZI ESSENZIALI SIANO GARANTITI. M5S LA SMETTA CON LA PROPAGANDA E SI ASSUMA RESPONSABILITÀ DI FORZA DI GOVERNO”.

“Quello che sta succedendo a Messina è indecoroso. Nel braccio di ferro tra Enti Locali sofferenti e il Governo centrale non possono certo essere lavoratori e cittadini a farne le spese. Il tutto mentre esponenti del M5S si propongono come risolutori di una situazione che è il Governo stesso a tenere in stallo”, così la parlamentare nazionale On. Ella Bucalo e i deputati regionali On. Elvira Amata e On. Antonio Catalfamo, di Fratelli d’Italia.

“Il Governo dell’immobilismo si è ampiamente mostrato insensibile ai problemi, incapace di trovare una soluzione”, commenta l’On. Bucalo che, nelle scorse settimane, ha presentato dapprima un emendamento al decreto Semplificazione, poi riproposto sotto forma di odg, allo scopo di attuare misure finanziarie salvifiche per la Città Metropolitana di Messina.

“In entrambi i casi gli atti sono finiti nell’oblio -il primo per la scelta di presentare alla Camera il Decreto adottando il voto di Fiducia, nel secondo per inammissibilità dell’ordine del giorno- per via delle decisioni assunte dal Governo centrale, lo stesso che oggi si finge, attraverso suoi esponenti, interlocutore. Una presa in giro palese”.

“Stiamo lavorando da mesi perché i servizi essenziali, a partire da quelli di comunicazione per gli studenti disabili, siano garantiti nella maniera più idonea alle esigenze degli aventi diritto”, affermano i deputati.

“Assistere allo scontro di ieri tra il sindaco metropolitano, Cateno De Luca,  e i lavoratori che, dalla sera alla mattina, si ritrovano messi al cancello (in senso letterale), è stato tremendamente deprimente. Ha ragione De Luca a considerare insostenibile la situazione ma non si può assolutamente prescindere dal risolvere sul piano politico istituzionale la faccenda ponendo in primo piano la tutela dei lavoratori, nonché garantendo il proseguo dell’erogazione dei servizi essenziali. Specialmente quando questi ultimi sono riservati alle fasce più deboli, quali sono i disabili. E, al netto della propaganda a cui i 5 stelle sono abituati, è offensivo verso l’intelligenza e la dignità di tutti che i deputati De Luca (Antonio) e Villarosa si propongano come salvatori della Patria al grido di “faró” e “chiederó”. Non si gioca sulla pelle dei cittadini. Fratelli d’Italia aveva segnalato il problema, aveva proposto una soluzione, aveva incalzato il Governo ed è rimasta inascoltata. Ora si ammetta l’errore e si corra subito ai ripari. Non si può paralizzare l’attività di un ente importante come la città metropolitana con tutto ciò che questo comporta. Noi siamo e restiamo dalla parte di chi non chiede altro che la difesa dei propri sacrosanti diritti. Il resto è vergognosa speculazione e indecente propaganda”, concludono.

Foibe #iononscordo

Manifestazione in ricordo delle vittime

Ieri eravamo in tanti. Una manifestazione silenziosa in marcia verso la Stele che ricorda le vittime delle Foibe. Il ricordo di tanti connazionali DEVE essere vivo, sempre! Eravamo tanti e fa molto piacere che c’erano tanti giovani. Commovente il ricordo di Alessandro Faramo nipote di infoibati e figlio di un’esule. Ricordare è un DOVERE!

Intervento di Alessandro Faramo
nor

AUTOSTRADE SICILIANE-NOTA CONGIUNTA AMATA/BUCALO

AUTOSTRADE SICILIANE. ON. AMATA E BUCALO RISPONDONO AL MOVIMENTO 5 STELLE

“Se le condizioni delle nostre autostrade sono disastrose lo si deve principalmente alla totale mancanza di programmazione della precedente gestione del Cas su manutenzioni ed opere. Al contrario, in poco tempo, l’attuale governo regionale è riuscito, superando diversi ostacoli, a far si che oltre 30 lavori fossero mandati in gara. È vero anche che molti progetti, però, sono ancora in stand by. Ma la responsabilità è da ricondursi al Ministero delle Infrastrutture che sta bloccando da mesi ben cinque progetti del Consorzio per diversi milioni di euro, che sarebbero impiegati per la manutenzione del manto stradale, i bypass e soprattutto per risanare la situazione posteriore alla frana di Letojanni per il cui progetto sono stati stanziati circa 20 milioni di euro. Tutto fermo. E fanno bene i colleghi del M5S a polemizzare a riguardo, solo che destinano i propri attacchi all’interlocutore sbagliato. La responsabilità, in tal senso, è del loro Ministro Toninelli”, così le deputate di Fratelli d’Italia, Elvira Amata ed Ella Bucalo, rispettivamente parlamentari all’Ars e alla Camera.
“Gli attacchi speculativi della deputazione 5 Stelle al Governo regionale pongono in evidenza l’inadeguatezza di un movimento che, nonostante veda suoi rappresentanti nelle assise legislative già da due legislature e oggi è persino forza di Governo (nazionale) non ha ancora compreso quale enorme differenza intercorra tra il protestare e l’amministrare seriamente. Non c’è spazio per la demagogia”, commenta l’On. Amata.

“Presenterò urgentemente un’interrogazione al Ministro Toninelli perché, e questo non è che l’ultimo esempio, la Sicilia continua ad essere ignorata. Porti, ferrovie e autostrade, anche con questo governo che avrebbe dovuto rappresentare il cambiamento, continuano ad essere fanalino di coda di un’Italia sempre più a due velocità. Oggi come ieri, sono state messe da parte, anzi colpevolmente dimenticate, le esigenze di un meridione che mai come in questo momento, ha urgente bisogno di infrastrutture e lavoro”, conclude l’On. Bucalo.

STRADE PROVINCIALI. INCONTRO TRA AMMINISTRATORI LOCALI E ASSESSORE FALCONE

STRADE PROVINCIALI. INCONTRO TRA AMMINISTRATORI LOCALI E ASSESSORE FALCONE. PREVISTI 200 INTERVENTI ENTRO FEBBRAIO. ON.
AMATA: “ADEGUARE ALLA NORMALITÁ UNA TERRA TROPPO SPESSO TRATTATA DA PERIFERIA DELL’IMPERO”

“Un incontro proficuo, finalizzato a discutere le misure che il Governo regionale intende attuare per far fronte alle gravi condizioni in cui versano i collegamenti viari secondari in Sicilia”, così il deputato regionale di FdI, On. Elvira Amata che, stamani, ha preso parte all’incontro tra alcuni degli amministratori dell’Isola e l’assessore alle infrastrutture Marco Falcone.
Appena la scorsa settimana, la Amata, aveva espresso la propria posizione di vicinanza ai 70 sindaci sottoscrittori di una lettera indirizzata al responsabile del MIT . E, allo stesso Ministro Toninelli, la parlamentare dell’Ars chiedeva la pronta nomina di un commissario per la gestione dei fondi utili a migliorare la rete provinciale della Sicilia.
“Bisogna adeguare a dei livelli di normalità una terra che spesso viene trattata come l’ultima delle periferie dell’Impero. L’intenzione di questo esecutivo va esattamente in questa direzione. I sindaci hanno ricevuto rassicurazioni e hanno potuto toccare con mano l’evidenza di un impegno costante da parte del Governo. L’assessore ha chiarito quale sia l’iter di ciascuno degli interventi segnalati dagli amministratori oggi in riunione e ha sottolineato come 200 di questi siano previsti entro febbraio”.
Alla riunione erano presenti anche l’assessore regionale alle autonomie locali, Bernadette Grasso, il direttore generale dipartimento regionale tecnico assessorato Infrastrutture e mobilitá Fulvio Bellomo, il Dott. Marco Corsaro e il Dott. Pippo Livoti rispettivamente capo dell’ufficio di gabinetto e segretario particolare dell’assessore Falcone.

“È stato un momento di confronto assolutamente soddisfacente per tutti quanti gli intervenuti”, ha commentato Gianfranco Gentile, Presidente del Consiglio comunale di Pettineo, membro del consiglio regionale dell’ Asael e promotore della riunione odierna.
“Con oggi si aprono le porte ad un nuovo momento fatto di dibattito e linea diretta tra gli enti locali e le massime istituzioni governative della nostra regione. Siamo intenzionati, come rappresentanti e amministratori, ad incontrare anche altri membri dell’Esecutivo per discutere concretamente e puntualmente dei disagi e le criticità che affrontano i nostri territori, certi di trovare la stessa attenzione e soddisfazione che abbiamo avuta oggi”, conclude.

Incidente A18 – CT-ME

La famiglia di Fratelli d’Italia di Messina è vicina al dolore della Polizia di Stato e delle famiglie delle vittime dell’incidente mortale di stanotte nella A18 CT-ME. Un grosso augurio ai feriti. #PoliziaStradale #FratellidItalia

Auguri!

Presepe realizzato presso Chiesa Maria Regina degli Apostoli Gescal – Messina

Cari amici,
questo è il primo Santo Natale da Coordinatore della Città Metropolitana di Messina e nell’augurio che la nostra famiglia si arricchisca sempre più di persone competenti e vogliose di fare il bene di Fratelli d’Italia a Messina, voglio augurare a tutti voi di trascorrere un sereno Natale in famiglia e che il 2019 sia un anno ricco di soddisfazioni.
Pasquale Currò

Currò: “Esternazioni di Sottile frutto dei cattivi risultati ottenuti”

Pasquale Currò

“Il livore e i personalismi non dovrebbero avere spazio nella buona politica. E l’avvocato Sottile ha già abbondantemente dimostrato con le sue dichiarazioni e le sue azioni di essere dotato di entrambe”,così il coordinatore di FdI per la città metropolitana di Messina, Pasquale Currò, a seguito delle recenti dichiarazioni dell’avv. Giuseppe Sottile.“ Lo dico con l’amarezza di chi ha il privilegio di far parte di una realtà politica seria e coerente e con cui male si coniuga l’individualismo a tutti i costi. E ho l’onore di dar voce ad un nutrito numero di attivisti e simpatizzanti che, negli ultimi anni, si è aggiunto al gruppo di lavoro di Fratelli d’Italia nel territorio messinese. Un territorio che, sino a poco tempo fa, contava appena 87 tesserati che, dopo la fuoriuscita di Sottile, sono diventati più di 400. Sarà un caso?È spiacevole dover fare queste precisazioni perché il nostro obiettivo è fare, non trascorrere il tempo a polemizzare. Ma mi corre l’obbligo, da neo coordinatore di FdI per la città metropolitana di Messina, di smentire le inesattezze che, con un discutibile spirito distruttivo, il mio predecessore ha ritenuto di esternare in più occasioni. Uno spirito certamente figlio dei cattivi risultati ottenuti a seguito di una gestione inadeguata di un partito la cui forza è ed è sempre stata, dalla sua nascita,l’attività corale. Un atteggiamento che viene fuori all’indomani dell’elezione di esponenti che insieme si è scelto di presentare all’elettorato. Invece di essere lieti per i risultati delle urne che hanno consentito a Messina di vedersi rappresentata da tre esponenti di Fratelli d’Italia all’Ars e alla Camera dei Deputati, e far sì che le istanze del territorio avessero, attraverso la deputazione, un’eco nelle Aule legislative, Sottile ha sgomitato e puntato i piedi. Una condotta che, mi pesa dirlo, ricorda quella di un ragazzino a cui è stato portato via il pallone. In una squadra si gioca insieme per un obiettivo. Evidentemente l’avvocato Sottile ha frainteso l’animus che è colonna portante del nostro partito. Fortunatamente esistono centinaia di persone, adesso -e non prima- che hanno invece chiaro lo spirito di Fratelli d’Italia. Auguri all’avvocato per il suo nuovo percorso e agli amici del partito nel quale vorrà approdare, che avranno modo di toccare con mano le abilità del loro nuovo leader -credo sia il termine adeguato e coerente al titolo di un articolo recentemente pubblicato sulla Gazzetta del Sud- e della coltre di nuovi attivisti che si dice pronto a portare in casa di un altro soggetto politico, augurandogli che non si tratti solo di potenziali attivisti “a loro insaputa”, come Daniele Salpietro e Salvo Galletta che, prontamente, dopo i proclami del Sottile hanno dovuto fare pubbliche smentite rispetto ad un loro annunciato passaggio. Rispetto a questi 300 transfughi che sarebbero pronti ad approdare altrove e che avrebbero sottoscritto il famigerato documento sbandierato (a parole) dal Sottile, ad oggi, non risultano notizie ad alcun direttivo di FdI, nè locale, nè regionale, nè tanto meno nazionale.Le persone e i progetti non sono pedine. Nella famiglia di FdI ci piace pensare di essere tutti,indistintamente, utili alle cause di interesse collettivo, non certo funzionali al soddisfacimento delle ambizioni (a volte sovrastimate) dei singoli”, conclude.

Raccolta firme #NoFatturazioneElettronica #NoGlobalCompact

Raccolta firme #NoFatturazioneElettronica #NoGlobalCompact

 

Sabato e domenica mattina dalle 09:30 alle 13:30 presso Piazza Cairoli (lato monte) ci saranno dei banchetti per la raccolta di firme contro la fatturazione elettronica e contro la firma dell’accordo del Global Compact.

Venite numerosi. Vi aspettiamo!

 

FDI MESSINA: Pasquale Currò nuovo coordinatore della città Metropolitana

FDI MESSINA: PASQUALE CURRÒ NUOVO COORDINATORE DELLA CITTÀ METROPOLITANA.

NOMINATI I RESPONSABILI DEI DIPARTIMENTI CITTADINI

SABATO E DOMENICA BANCHETTI INFORMATIVI E RACCOLTA FIRME CONTRO GLOBAL COMPACT E FATTURAZIONE ELETTRONICA A PIAZZA CAIROLI

 

“In bocca al lupo al nuovo coordinatore Fratelli d’Italia della città metropolitana di Messina, Pasquale Currò, al quale cedo il testimone, poiché ha, nei giorni scorsi, ricevuto direttamente dalla Presidente, l’On. Giorgia Meloni, l’incarico di dar vita a dipartimenti cittadini sul nostro territorio, al fine di rafforzare ulteriormente la rete che consente alle istanze territoriali, le proposte e le criticità, di giungere direttamente all’attenzione della deputazione regionale e nazionale”, così la parlamentare messinese FdI all’Ars, On. Elvira Amata, fino ad oggi commissario designato di FdI per il coordinamento cittadino.
“Esiste un gruppo nutrito di attivisti che non intende restare con le mani in mano e vuol dare il proprio contributo nella costruzione di un futuro sostenibile per noi e le generazioni future. E, per questa ragione, insieme ad un numero sempre crescente di amici siamo al lavoro perché la voce del territorio non sia inascoltata”, commenta Currò. “Sono onorato che al lavoro di questi anni sia giunta la legittimazione della nostra leader, a cui va la mia riconoscenza per avermi attribuito personalmente un impegno di tale importanza. In nome di un desiderio crescente di partecipazione alla vita politica e sociale abbiamo subito provveduto alla strutturazione di veri e propri dipartimenti che hanno il compito di monitorare campi
fondamentali della vita della collettività*, nonché di identificare dei referenti territoriali, quartiere per quartiere, affinché il network parta dalle circoscrizioni fino a giungere alle Aule parlamentari.
Messina, inoltre, ha subito aderito all’iniziativa nazionale del nostro partito che si propone nei giorni di sabato e domenica pv di avviare una campagna di informazione e raccolta firme contro il global compact e la fatturazione elettronica. Saranno allestiti dei banchetti per consentire ai cittadini che vorranno
aderire, di saperne di più e dire la propria su temi estremamente delicato dei quali si discute in questi giorni a
Roma.
Il nostro gruppo sarà presente sabato e domenica mattina a Piazza Cairoli (lato monte) per divulgare materiale e consentire una regolare raccolta firme. In questo momento di confusione governativa è essenziale che il centro destra e, in generale chiunque non si identifichi in politiche fumose e ciarlatane,
esprima il proprio dissenso in modo pacato ma incisivo. Per questo riteniamo essenziale portare la politica in piazza. Per questo chiediamo ai nostri concittadini di partecipare a questo momento di partecipazione democratica”, conclude.

*Responsabili dei dipartimenti cittadini FdI

•Avv. Enrico Livio – Dipartimento Giustizia (Presidente)
•Avv. Sebastian Romeo – Dipartimento Giustizia (Vicepresidente)
•Dott. Giuseppe Mafali – Dipartimento Sicurezza
•Dott. Giovanni Caminiti – Dipartimento Sanità (Presidente)
•Dott. Michele Grosso – Dipartimento Sanità (Vicepresidente)
•Dott. Antonino Giacobello – Dipartimento Sviluppo economico e Rapporti con l’Ordine dei Commercialisti
•Dott. Massimiliano Bernava – Dipartimento comunicazione web e media
•Ing. Angelica Nuccio – Dipartimento Cultura
•Dott. Salvatore Sapienza – Responsabile attività e iniziative editoriali
•Dott.ssa Rosalba Mollica responsabile tutela vittime violenza
•Prof.ssa Rosamaria Trischitta – Dipartimento Scuola
•Ing. Roberto D’Andrea – Dipartimento Urbanistica e Politiche del territorio
•Ing. Alessandro Zanetti – Dipartimento Protezione Civile, Ambiente e Tutela del territorio
•Francesco Santoro – Dipartimento Commercio
•Dott.ssa Rosy Danzino – Dipartimento Turismo

Responsabili pianificazione e monitoraggio territorio
– 1° Quartiere: Alessandro Costa
– 3° Quartiere: Andrea Fria (già membro del consiglio di quartiere)