Premio Buonasanità – 19/01/2020

Ieri, 19 gennaio, presso il teatro dell’Istituto Don Bosco di Messina, si è tenuta la manifestazione “Buonasanità: a Messina c’è”.
Ideata e condotta dal Giovanni Caminiti è Rossana Lisitano ha portato sul palco le principali autorità sanitarie della città che, alla presenza dell’On. Elvira Amata, hanno conversato sulla Buonasanità messinese sottolineando che in molti casi questa è alla pari delle sanità di eccellenza nazionale. Questo, si è detto, è un fatto che deve portare, non solo i messinesi a risparmiarsi i viaggi della speranza, ma anche indurre una mobilità attiva verso il nostro territorio. Quest’ultima rivestirebbe un ruolo importante per il reperimento di risorse economiche che, reinvestite, darebbero una ulteriore spinta verso il miglioramento.
È seguito un momento artistico durante il quale si è esibito il piccolo tenore Giovanni Scarfì e sono stati presentati Natalia Lisitano e “Nemo”, i due artisti che hanno esposto le loro opere nelle zone antistanti la sala in cui si è svolta la manifestazione.
E’ seguita quindi la presentazione degli attuali candidati al Premio Buonasanità 2020. Hanno raccontato della loro attività e di come riescano a mantenere alto il loro livello qualitativo basandosi non solo sulla attività quotidiana ma anche su una progettazione di ampio respiro e con il coinvolgimento delle giovani leve.
I candidati e le motivazioni delle loro candidature possono essere trovati sulla pagina Facebbook “Premio Buonasanità 2020” e su quella stessa pagina votati.

PONTE SULLO STRETTO: ODG DI FDI On. Amata: “20 miliardi di fondi comunitari per porre fine alla Questione Meridionale”

PALERMO- “Il Ponte è un’infrastruttura della cui realizzazione si parla da oltre un secolo, tanto che ormai sembra diventata una leggenda metropolitana. Puntualmente c’è chi critica la proposta adducendo motivazioni di presunte priorità da rispettare o chi la sposa solo nel tempo di una breve campagna elettorale per poi riporla in un cassetto.

Sulla grande opera Fratelli d’Italia si è sempre detta favorevole. L’idea di lasciare il Sud in ostaggio dei “vorrei ma non posso” è assurda. Si può…e si faccia!”, così il capogruppo di Fratelli d’Italia all’Ars, On. Elvira Amata.

“Poiché, come è noto, si tratta di un’opera chiave del corridoio Palermo-Berlino (Helsinki-La Valletta) e, decisamente, costituirebbe una rivoluzione radicale nell’impianto geografico ed economico politico del Sud Italia con ricadute sull’intero Paese, ci siamo sempre detti favorevoli alla sua realizzazione.

Sembrerebbe possibile che il Ponte sia realizzato grazie all’impiego di fondi comunitari che rischiano di andare perduti; pertanto, come Gruppo, io e i colleghi On. Cannata, On. Galvagno e On. Lentini, abbiamo chiesto al Presidente Musumeci e la sua giunta di farsi portavoce di un dialogo con le governance delle Regioni del Mezzogiorno e con il Governo centrale, al fine di sostenere la possibilità di investire le sopraddette somme nella realizzazione della grande opera e infrastrutture ad essa collegate.

Nell’odg presentato da FdI, abbiamo ribadito come i 20 miliardi cui fa riferimento Incalza nel suo progetto siano, di fatto, destinati ad interventi al meridione e come questi importi, verosimilmente, torneranno al mittente giacchè le regioni del Sud hanno già dimostrato di non riuscire a spenderli in toto.

Dunque, intendiamo davvero perdere, ancora una volta, l’opportunità di crescere e dare un nuovo respiro al Mezzogiorno, restando vittime di una questione Meridionale eterna? Il Ponte rappresenterebbe assolutamente un importante passo avanti verso la risoluzione di questa condizione atavica”, conclude il parlamentare capogruppo e presidente della commissione Statuto all’Ars, Amata.

NEGOZI DI PAESE: FRATELLI D’ITALIA PROPONE UN DISEGNO DI LEGGE ALL’ARS PER SOSTENERE LE ATTIVITÀ NEI PICCOLI COMUNI

Palermo- “Garantire la presenza e la sopravvivenza di attività che commercializzano beni di prima necessità nei comuni più isolati e meno popolosi significa tutelare il diritto dei cittadini di fruire di servizi essenziali”, così il capogruppo di Fratelli d’Italia all’ARS, On. Elvira Amata, promotrice del disegno con i colleghi On. Rossana Cannata, On. Gaetano Galvagno e On. Salvatore Lentini.

 “Siamo al lavoro per la redazione di un disegno di legge che preveda incentivi per l’apertura di nuove attività nonché la tutela di esercizi già esistenti, ubicati in quei comuni la cui densità è inferiore ai 5.000 abitanti.

Nei prossimi giorni”, prosegue Amata, “inviterò le associazioni di categoria, i rappresentanti delle Camere di Commercio  e gli organismi di rappresentanza delle imprese -Confcommercio, Confesercenti, ecc- a costituire un tavolo tecnico che sia utile a definire i criteri per accedere ai contributi regionali rivolti alla tutela dei cosiddetti “servizi di vicinato”.

È essenziale che la redazione di questa proposta sia condivisa al fine di renderla realmente funzionale all’erogazione di un vero e proprio servizio ai cittadini.

Immaginate il disagio che un’anziana signora che vive in un paese montano ha nel recarsi in un market di città per potersi rifornire di alimenti freschi. E allo stesso modo, le difficoltà di un commerciante la cui bottega si trova in un’isola minore e che, nonostante il basso volume d’affari nel periodo  che esula dall’alta stagione turistica, deve mantenere la propria attività aperta con tutti i costi del caso 12 mesi l’anno.

In supporto all’utenza e a chi fa impresa in queste zone, ritengo si abbia il dovere di intervenire in modo impattante. Per questo l’impegno a tradurre il prima possibile in fatti questa condizione di sostegno diventa essenziale e noi di Fratelli d’Italia non intendiamo restare sordi al cospetto di una pressante e lapalissiana esigenza concreta”, conclude.

MELITA ADERISCE A FRATELLI D’ITALIA: NASCE IL GRUPPO CONSILIARE ALLA IV MUNICIPALITÀ

“Un’adesione che ci inorgoglisce perchè spontaneamente nata dal desiderio di un giovane professionista messinese che ha scelto di impegnarsi per il proprio territorio e che con consapevolezza abbraccia il nostro progetto politico. Il dott. Francesco Melita, già consigliere della IV municipalità, entra così a far parte della famiglia di FdI”, annuncia il coordinatore di Fratelli d’Italia della Città Metropolitana di Messina, Pasquale Curró.

“Ho deciso di aderire a Fratelli D’Italia, e oggi ho presentato formalmente la richiesta di  costituzione del gruppo consiliare alla IV Municipalità”, commenta Melita.

“Ringrazio di cuore l’Onorevole Elvira Amata e il Coordinatore cittadino dott. Pasquale Currò per la calorosa accoglienza. L’augurio è che da oggi si possa portare avanti un progetto vincente che metta al primo posto il territorio e i suoi abitanti, lavorando tutti insieme per la creazione e il miglioramento di quei servizi basilari per la crescita della nostra città”.

“Benvenuto a Francesco che ha già dimostrato ampiamente quanto condivida il concetto di politica come servizio al territorio. Un plauso per l’impegno già profuso sino ad oggi ed un sincero impegno da parte di tutti noi a fornirgli manforte nel portare avanti le battaglie e dare eco alle istanze che provengono dalla gente”, commenta il deputato regionale, capogruppo di Fratelli d’Italia all’ARS, On. Elvira Amata.

“Le municipalità costituiscono la prima interfaccia delle persone con le istituzioni e per questo non esito a definire questa adesione una delle più significative per l’organigramma del nostro partito. Bene così e in bocca al lupo”, conclude Currò.


BUONASANITA’ : A MESSINA C’E’

Domenica 19 gennaio alle ore 16.30, presso il Teatro dell’Istituto Don Bosco, via Brescia n. 5, Messina, va in scena la Buonasanità.

Una parte della manifestazione sarà dedicata alla presentazione degli attuali candidati ai Premi Buonasanità 2020 e sarà possibile, per i presenti, esprimere in loro favore un voto che verrà successivamente sommato ai voti espressi dai social e dalla giuria interna del Centro Studi.

In altra parte dell’incontro, si converserà di Buona Sanità con i responsabili della sanità messinesi.
Tutte le Direzioni Sanitarie hanno già confermato la loro presenza: AOU Policlinico “G. Martino”, ASP 5, IRCCS Neurolesi-Piemonte, AO Papardo.
Per la parte politica, sarà presente la messinese On. Elvira Amata, capogruppo dei deputati regionali di Fratelli d’Italia.
Coordinerà la conversazione Giovanni Caminiti, Direttore Tecnico del Centro Studi La Fenice

Aprirà la manifestazione Rossana Lisitano con una delle sue poesie.
Nel corso della serata si esibirà il piccolo “tenore” Giovanni Scarfì.
Saranno inoltre esposte alcune delle opere pittoriche di due artisti messinesi: “Nemo” e Natalia Lisitano

CURRÒ (FDI): MESSINA HA BISOGNO DI STABILITÀ, NON DI ELEZIONI ANTICIPATE. PREVALGANO IL BUONSENSO E LA COOPERAZIONE TRA CONSIGLIO E GIUNTA

Coordinatore Fratelli d’Italia Messina – Pasquale Currò

“Nell’opposizione costruttiva è insita l’essenza stessa della democrazia”, così il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Pasquale Currò.

“Il sindaco De Luca, comprensibilmente, vorrebbe la certezza di poter agire intervenendo su temi concreti, potendo contare sulla voglia di cooperare di un consiglio al quale va riconosciuto il ruolo di rappresentante della variegata società messinese. Ma tale cooperazione non deve passare necessariamente da un’identificazione assoluta dei singoli consiglieri con la linea completa dell’amministrazione. Pertanto, invitiamo i consiglieri tutti a pronunciarsi sempre nel merito delle questioni senza che un’opposizione ex ante li condizioni e, altresì al primo cittadino di proseguire nella propria azione volta al rilancio della città, sicuri che troverà il favore dei consiglieri sulle proposte valide. Siamo certi che, con il dovuto buonsenso da ambo le parti, non mancherà quel sostegno alle iniziative reputate adeguate e lodevoli che saranno proposte dalla giunta. Questa è la posizione che il nostro partito, Fratelli d’Italia, che pur non avendo in Consiglio una rappresentanza, dialoga costantemente con quanti occupano gli scranni di Palazzo Zanca, porta avanti sempre e comunque anche quando rappresenta una forza di opposizione. E ci teniamo a ribadire ciò, in risposta a chi oggi non scorge a suo dire una presenza politica dei partiti sul territorio. Perplessità plausibile certo ma non condivisibile da parte nostra poiché proprio l’azione quotidiana ci consente di smentire nei fatti chi porta con sè una percezione di assenza della politica che non esitiamo a definire errata. Messina è una città che merita rilancio e prospettive, perché ciò accada è essenziale una stabilità che va garantita. Anche solo ipotizzare di tornare a votare prima del tempo rappresenta certamente un potenziale danno a questa stabilità”.

On. Amata Capogruppo Fratelli d’Italia Assemblea Regione Siciliana

Già da tempo condividiamo un progetto politico sempre in crescita. Oggi l’ennesimo riconoscimento alle tue capacità politiche ed umane. Felicissimo di essere tuo amico, mi congratulo perché sono certo che porterai avanti, con determinazione, il tuo nuovo incarico di capogruppo all’Ars nell’interesse di tutta la Sicilia.
Pasquale Currò

PROROGA DELLE CONCESSIONI DEMANIALI PER I LIDI BALNEARI. SODDISFAZIONE DELL’ON. AMATA

“Approvata in Sala d’Ercole, con 32 voti favorevoli, la norma che stabilisce la proroga delle concessioni per i lidi balneari sino al 31 dicembre 2033, in linea con la normativa nazionale”, ad annunciarlo è il parlamentare regionale di Fratelli d’Italia, presidente della Commissione Statuto, On. Elvira Amata.

“La legge stabilisce che entro il 30 aprile 2020 le imprese che attualmente gestiscono le spiagge, debbano fare richiesta al dipartimento all’Ambiente. L’assessorato, sentita la commissione Ambiente, fisserà alcuni criteri a cui i concessionari dovranno rispondere”, chiarisce il deputato FdI.

“Nei mesi scorsi, l’ipotesi della applicazione della direttiva Bolkestain, aveva allarmato gli operatori del settore. Il governo nazionale, grazie ad una forte battaglia di Fratelli d’Italia, ha posticipato la sua applicazione al 2033. 

Finalmente una decisione che va a favore delle aziende italiane e siciliane, la cui preoccupazione era dover competere per l’assegnazione delle aree demaniali con le multinazionali.

E considerato che la maggior parte delle nostre aziende sono di tipo familiare, e che negli anni, molte di queste hanno già investito ingenti risorse in quello che è il loro lavoro, la competizione non sarebbe stata ad armi pari. 

Sino ad oggi sono state rilasciate 2910 concessioni ma altre richieste possono ancora essere soddisfatte. 

Con decreto assessoriale saranno stabiliti metodi di richiesta da parte delle aziende della proroga e la documentazione da allegare. Sarà’ questa anche l’occasione per avere la reale mappatura della situazione in Sicilia.

Così facendo le aziende potranno riprendere a lavorare senza la spada di Democle della scadenza al 2020 che non consentiva loro di avere più credito da parte delle banche.

Una misura efficace. Un risultato importante!”, conclude Amata.

ON. AMATA E GALVAGNO SU PLASTIC TAX

On. Elvira Amata – On. Gaetano Galvagno

“Si cancelli la plastic tax dalla manovra economica del Governo e si investa nella ricerca per sostenere riconversione energetica, economia circolare e recupero e biodegradabilità dei prodotti”, così i deputati regionali di Fratelli d’Italia all’ARS, On. Elvira Amata e On. Gaetano Galvagno all’indomani della protesta di alcune aziende siciliane guidate dalla Sibeg di Catania, davanti a Palazzo Montecitorio proprio in opposizione alla misura proposta dal Governo centrale.

“La proposta, già avanzata da Fratelli d’Italia, tende a dare risposte immediate a quegli imprenditori che vedono fortemente a rischio la propria sostenibilità aziendale con conseguenti ingenti emorragie nel comparto occupazionale. Non possiamo certo permetterlo. E la Sicilia rischia di essere uno dei territori che più di altri pagherebbe lo scotto di una manovra che, invece di far bene in termini ecologici, può solo aumentare la sofferenza di chi ha investito sul territorio. Chiediamo dunque al Governo Regionale di portare avanti con forza questa istanza, suggerendo modifiche sensibili che muovano nella direzione del sostegno della nostra economia con tutte le accortezze necessarie per incentivare la sostenibilità sotto il profilo ambientale”, concludono i parlamentari regionale.

NOTA CONGIUNTA COMMISSIONI STATUTO-IV-UE

NOTA CONGIUNTA COMMISSIONI STATUTO-IV-UE

Palermo , 03.12.2019

Tetto al costo dei biglietti: le Commissioni Ars IV, UE e Statuto al fianco del Governo Musumeci su continuità territoriale ed insularità.

“ La strategia è introdurre un tetto massimo al costo dei biglietti , dobbiamo garantire il diritto dei siciliani ad essere Isolani e non Isolati” a parlare i presidenti delle Commissioni IV, UE e Statuto,  Savarino, Compagnone , Amata.

“Il Presidente Musumeci è in attesa dell’ok da Roma per avviare la continuità territoriale anche per gli aeroporti di Palermo e Catania” a parlare è l’onorevole Savarino che prosegue “ il riconoscimento dei famosi oneri di servizio pubblico, condizione necessaria per ottenere la continuità territoriale, parte dall’avvio di una conferenza di servizi ad opera del Presidente della Regione che deve essere, però , delegato dal ministro ai trasporti. Al momento si attende, quindi,  la delega dal ministro De Micheli. In questa legislatura abbiamo già ottenuto la continuità territoriale per gli scali di Comiso e Birgi, dai quali mi onoro di comunicare che a breve sarà possibile volare su diversi scali minori e su Roma e Milano rispettivamente con 120 e 140 euro a/r.

Oggi  abbiamo  anche sottolineo l’esistenza di costi palesi ed occulti dell’insularità a carico dei siciliani. Il tema oggi non è solo accendere un faro sulla lievitazione dei costi dei biglietti di aerei, autobus e treni che soprattutto nei periodi di maggiore traffico come Natale e Pasqua, aumentano esponenzialmente, l’impegno è quello di fare emergere il peso economico dell’insularità che grava nella vita quotidiana dei siciliani e porvi rimedio. “

“ Il tema della continuità territoriale è all’ordine del giorno sia a Bruxelles, che a Roma che in Ars. Grazie a questa sinergia trasversale tra le Commissioni, entro questa legislatura, otterremo questo importante risultato, come tra l’altro già avviene per i cittadini Francesi e Irlandesi. La Commissione UE da me Presieduta, giorno 9 dicembre,  sarà a Bruxelles proprio per far valere le nostre ragioni e perora la causa! ” dice l’onorevole Compagnone.

”La condizione di insularità della Sicilia è un minus riconosciuto anche dall’Unione Europea.

Non possiamo assolutamente consentire che la continuità territoriale, che andrebbe garantita indistintamente a tutti nel nostro Paese, rimanga lettera morta o spot buono solo in campagna elettorale.

Il dato emerso oggi in Commissione è davvero allarmante. La battaglia trasversale che abbiamo il dovere di portare avanti è l’ottenimento, nei fatti, della nostra insularità e di quella delle nostre isole minori. “, così l’ onorevole Elvira Amata.

I Presidenti concludono “ a breve, per rafforzare l’azione del governo e coinvolgere tutte le forze politiche, porteremo in  aula  un testo condiviso “.