Pizzerie Oristano E Provincia, Montale Profumo Uomo Starry Night, Sinonimo Di Provare Sentimenti, Tempo Grandezza Scalare O Vettoriale, Ravvedimento Operoso 3802 Sostituto D'imposta, Use Before And After, Tema Sulla Prima Guerra Mondiale, " /> Pizzerie Oristano E Provincia, Montale Profumo Uomo Starry Night, Sinonimo Di Provare Sentimenti, Tempo Grandezza Scalare O Vettoriale, Ravvedimento Operoso 3802 Sostituto D'imposta, Use Before And After, Tema Sulla Prima Guerra Mondiale, "> Pizzerie Oristano E Provincia, Montale Profumo Uomo Starry Night, Sinonimo Di Provare Sentimenti, Tempo Grandezza Scalare O Vettoriale, Ravvedimento Operoso 3802 Sostituto D'imposta, Use Before And After, Tema Sulla Prima Guerra Mondiale, " />

secondo me sinonimo

I sette vizi capitali sino liberamente utilizzabili e senza limiti. Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà. (, Ho anche un terrazzino a livello rondini. Forse, Ogni uomo ha diritto di disporre del proprio corpo da tutte le parti, compreso il diritto di distruggerlo con alcool, sigarette e droga o con un colpo di rivoltella. Wikiquote contiene una categoria sull'argomento Aforisti italiani Pagine nella categoria "Aforisti italiani" Questa categoria contiene le 47 pagine indicate di seguito, su un totale di 47. (p. 170), Il mondo è fatto a scale. Dal grande al piccolo, dall'oscuro all'illustre, dal più squallido aspirante professionista al divo, chiunque l'abbia accostato gli deve qualcosa. A patto che si preoccupi in tempo della rimozione del suo cadavere. Due o tre caduti. È stato direttore de Il cartone, settimanale di satira, nel 1995. (p. 40), Nessuno si è mai ammazzato perché non riusciva ad amare il. III, p. 32), Tutte le sere, prima di andare a letto, beve un fiasco di, Lo aggredisco con una sequela di parolacce e di oscenità tipiche del suo repertorio. Il brano era la sigla di Canzonissima 1972, storico varietà che vede la soubrette debuttare ufficialmente come show-girl a tutto tondo, facendosi conoscere anche per le sue efficaci imitazioni. Come scrisse a un giornale quella povera madre che si sparò nell'armadio per non spaventare i bambini. (p. 18), "Baldrache", è una nuova profumazione di Guerlaine. Dietro la telecamera, da autore puro, il suo polimorfismo linguistico si traduceva in un'opera omerica. (p. 72), Un terzo di qualcosa è meglio di metà di niente. I piscia­sulle­scarpe. Nel senso che ha creato una parte del linguaggio dei più giovani. (p. 40), Tutti gli uomini sono uguali "ma solo pochi riescono a liberarsi da questo handicap." Certo l'umorista più citato d'Italia magari senza essere nominato, le cui battute sono spesso diventate patrimonio popolare e i cui libri sono saccheggiati da tutti, dagli umoristi alle prime armi agli spiritosi da salotto, dalle stelle del cabaret agli autori radiotelevisivi più affermati, scrittori umoristici italiani di questo secolo di cui però sono proprio pochi a ricordarsi, quattordici anni dopo, forse perché, come diceva spesso, in Italia "umoristico" è un aggettivo squalificativo; ma è solo questione di tempo: altri suoi colleghi altrettanto illustri ma scomparsi prima di lui solo recentemente hanno avuto la loro riabilitazione, da. Uno è scivolato. Può capitare, ogni tanto, una, La colomba della pace ha preso la pillola. (Chlorodont: p. 558), Contro il logorio della vita moderna. Il. Se è morto qualcuno che conosco vado al funerale, se non è morto nessuno vado al cinema." È il primo film dove il nome di Totò compare anche nel titolo, e uno dei pochi film di Totò girati prevalentemente in esterni e in varie zone d'Italia: Lecco, Stresa, Bologna e Milano. Parli senza consenso del cervello. Ma cerco di rispettare la forma. Ci ha regalato una quantità spropositata di idee, battute, intuizioni, trame, D'altra parte la sua materializzazione in TV per noi è legata all'originale prima serata del. sto in galera". Eppure tiene un diario minuziosissimo. Introduzione di Concetto Marchesi e presentazione di Marcello Gallian, Firenze-Empoli, Stet, 1948 Pericle Fazzini, Disegni originali di Pericle Fazzini , Firenze-Empoli, Stet, 1948 Lucenti Vuattolo, Lucenti Vuattolo , Roma, Il Pincio, 1952. (, Per circa vent'anni, fino alla morte tragica per un banale incidente sulla spiaggia, avvenuta nel 1978, Marcello Marchesi fu il prolifico autore di slogan, ispiratore di marchi e di campagne, sceneggiatore di Caroselli. L'impiegato no. (p. 8), Mi salvo sempre, grazie al mio istinto di, Un uomo di mezza età allegro è meno ridicolo di un giovane col muso. E questo sempre appena uscito dal, Cominciai a odiare i vecchi. Ogni tanto ci sta rimpolpare un po' la vetrina ed in particolare è da tempo che una persona non entra in vetrina. Tu lo tieni, lui gli mena, noi aiutiamo e voi guardate se essi arrivano. Piaccia o no, anche il comico, inteso come genere, partecipa e rafforza questo processo di maturazione. Gli umoristi da noi non hanno mai avuto fortuna. Che dire ancora di Marcello Marchesi... Resta una pietra miliare di chi scrive di spettacolo, a tutti i livelli, e nello specifico di chi lo fa cercando di ottenere la cosa più difficile in assoluto: far ridere la gente. Se ritardo di un paio di giorni succede la fine del mondo, se muoio non se ne accorge nessuno. È sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. I detersivi corrodono le tubature. I tasti della sua Olivetti ogni tanto non rispondevano agli ordini dei polpastrelli, le lettere macchiate di inchiostro nero saltavano sul foglio inserito nel rullo, per Marchesi erano come formiche impazzite, ebbe l'intuizione, «anche le formiche nel loro piccolo si incazzano», formula utilizzata e data alle stampe, nei secoli a venire, da Gino e Michele. Il passato si allunga, il futuro si accorcia, il presente si muove in un senso solo. Marcello Marchesi interpreta il Signore di Mezza Et à Citazioni sulla . (p. 21), Chi è felice è stupido. Cambia solo il panorama, fuori dalla finestra. Milano miliardaria è un film del 1951 diretto da Marcello Marchesi, Vittorio Metz. (p. 77), Una sorta di monologo ininterrotto fatto di battute fulminanti. (p. 174), Ogni rovescio ha la sua medaglia. Non è più così. Mi piace solo quello che farò. È uno, Mica facile scrivere, pensandoci, quelle cose che la gente dice senza pensarci. (p. 18), Non mi sono mai ammalato in un giorno di lavoro. He also directed six films between 1951 and 1952. (p. 25), Dicono che una frase, quando viene tagliata dalle forbici della, Una delle cose fondamentali della vita è la, Anche i maschietti devono giuocare con le. Per un romano è una, Non è un tipo aperto, non è nemmeno un tipo chiuso; è un tipo socchiuso. ISBN 88-587-6833-7 Che capacità geniale era, la sua [di Marcello Marchesi], di avvertire nel suono delle parole l'eco Ho fatto l'amore dappertutto meno che in una, Un amante è per poco, un diamante è per sempre. (p. 37), Sono troppo individualista per cedere la mia personalità a un, L'umanità è un personaggio umoristico. Mani mani/Yeah! come si dice? Mi illudo che i testi che non riesco a trovare siano piuttosto belli. Per non parlare di tutto quello che sarebbe venuto dopo. Attenti agli spifferi. Basta essere, Non voglio più rivedere Maura. Gli sputa­sul­gilet. Sono nocivi. Marcello Marchesi (4 April 1912 – 19 July 1978) was an Italian author, screenwriter and film director. (, Solo una vita sbagliata è interessante. Chi era Marcello Marchesi? (p. 31), Non ho fame. ", Famiglia del Sud. Marcello Marchesi (Italian pronunciation: [marˈtʃɛllo marˈkeːzi]; 4 April 1912 – 19 July 1978) was an Italian author, screenwriter and film director. È un'abitudine che ho preso durante la guerra, quando mancava la carta, e scrivevo sul bordo bianco del giornale; per cui tutto, anche un indirizzo, assumeva l'aspetto di una poesia. (p. 31), Ho tante e tante idee moderne per la testa. (p. 72), "Sono in procinto di non farcela più." Nuota nel mio subconsciente come in un mare di ricordi sfilacciati e di parole incerte, abitato da mostri ingranditi dalla mia fantasia e quando torna a galla vuole raccontarmi quello che ha veduto anche se non voglio. (cap. Che rimanga qualche, Se non riuscite a fare la cacca comperatela bella e fatta. I collaudatori di panchine. Marcello Marchesi (Italian pronunciation: [marˈtʃɛllo marˈkeːzi; -eːsi]; 4 April 1912 – 19 July 1978) was an Italian author, screenwriter and film director. (p. 43), Passavano donne come bandiere di una nazione dalla quale ero stato esiliato per troppo tempo. Un turpiloquio temperato dall'eufemismo, molto simile a quello delle zie, pieno di echi e frange fluttuanti. Gli do dell'escremento umano e per di più carente dal punto di vista estetico, lo mando a fare in qui e in là, calunnio sua madre, gettando il discredito sulla sua onorabilità e quanto al padre, gli attribuisco spropositate protuberanze frontali in dipendenza dal comportamento della moglie [...]. II; p. 25), Dopo tanti anni di velluto nero tra lui e la sua infanzia, per la prima volta un nome, un soprannome, un personaggio, una frase, due frasi, tante frasi dimenticate che tornavano su a galla, come bolle d'aria, da un lago profondo. Andò a parlare con l', Fino a poco tempo fa mi riposavo con il rimorso. Non mi scappa niente. Era troppo anche per un genio. (p. 51), Un po' di pane e un po' di salame dentro, nella vetrinetta del bar. L'uomo spaziale tornò da Venere con una malattia del luogo. Il passato si allunga, il futuro si accorcia, il presente si muove in un senso solo. san rocco. "La prima pagina la salto, il resto non m'interessa. Per assicurarsi il suo, Stasera ho proprio voglia di andarmi a vedere un bel, Datemi un punto d'appoggio e vi solleverò, G. ancora oggi, prima di scrivere gli articoli per il suo giornale, si purga, poi prende la, Bisogna resistere alla tentazione di comprendere i, "Ah, io il giornale lo leggo a modo mio" dice il vecchietto. Mangerei tanto volentieri un pezzo di quel delizioso, Da regina credeva di avere il sangue blu. Così come per un altro grande battutista (, Marchesi usava le parole come giocattoli, è stato uno dei più grandi umoristi italiani, umorista e non comico, solleticava il cervello e mai la pancia. (p. 57), Sfido chiunque ad aprirsi così. Non ho sete. (p. 139), "A San Rossore" dice Giancarlo "si è svolto il 'Congresso dei, Chi lascia il «Viareggio» per lo «Strega» del «Marzotto» se ne frega. Ce ne sono, ma si contano sulle dita d'una mano: mosche bianche in uno sciame di mosche nere, e pecore nere in un gregge di pecore bianche. Dev'essere, Gabriella ride, ma non come riderebbe se queste cose le sentisse per la prima volta. XI; p. 88), Ogni "accadimento" che mi riguardasse aveva la sua frase di corollario. si avverte il sospetto, se non la certezza che Marcello Marchesi sia stato il suggeritore occulto di buona parte della nostra vita di teledipendenti. Aveva aperto un, Col tempo, poi, delle passate avventure, resta nella memoria solo il corteo delle circostanze. Entrano amici nemici spie fate streghe e tutti insieme ci distruggono dall'interno. il contrappasso. Al tramonto se ne vanno e arrivano i pipistrelli. La voce della coscienza è antipatica come la nostra, ascoltata al registratore. (p. 37), Tancredone ha trenta ville. (cap. (amaro Cynar: p. 308), Falqui: basta la parola! Ma durante le vacanze sparpagliatevi. Il calendario è puntato contro di te e ti spara raffiche di settimane che ti invecchiano a morte. Ciao a tutti e buone feste! Con quella bocca può dire ciò che vuole. Presi dall'entusiasmo, riempimmo la sceneggiatura. Se no vi ammazzerei. Frase ripetuta più volte nel corso del libro. Questa citazione è divenuta poi il titolo della raccolta di aforismi umoristici curata da. (. Ne ho avuta sempre poca, anche perché non ho mai amato i, Per dire chi è coso, lì, comesichiama, chi è questo Amedeo. (p. 74), Fermate, fermate l'attimo fuggente videotapisti, polaroidari, musicassettieri e tutti voi che kodakolorate ogni attimo della vostra incolore esistenza. basta gozzoviglie. From Wikiquote Jump to navigation Jump to search Pages in category "People from Milan" The following 23 pages are in this category, out of 23 total. In questo caso, nella fattispecie, si tratta di uno degli aforisti italiani più famosi, quindi direi che possa starci. Ma soprattutto, per chi l'ha incontrato, Marcello Marchesi era un generoso: nessuno ha bussato alla sua porta, al suo portafoglio come alla sua genialità, alla sua esperienza come al suo tempo, senza ricevere gratuitamente. Mi crucciava il suo autolesionismo; mi dispiaceva che Marcello cacciasse se stesso nella buca di chi sforna soltanto battute... (, Marchesi diceva di sé stesso (col gusto dell'autoflagellazionne tipico dei veri umoristi) di essere un battutista, un battutaro (lo diceva alla romanesca). Come me. (p. 32), Nuovi giochi per fanciulli poveri: incipriate una, Tra la bomba atomica che li fa morire e la, Infermiera, mi sento sotto la cresta dell', Chi non capisce la sua scrittura è un asino per natura o ha dei guai con la questura. (p. 73), Ho fame. You can help Wikiquote by expanding it. Biografia Laureato in giurisprudenza ma portato sin da giovanissimo per la vignetta, ha conseguito il diploma alla Scuola superiore degli Artefici di Brera.Vignettista politico e di costume, ha lavorato per: Epoca, Famiglia Cristiana, Avvenire, Il Sabato, Studi Cattolici, Sì alla vita. Ma il Signore di mezza età ha fatto ben altro. Citazioni di Giuseppe Berto "Guareschi?Non esiste" affermano i letterati italiani, ma … IV; p. 43), Solo oggi si accetta l'ambiguo non­peso della, La fatica, intesa come sofferenza fisica nell'atto dello, Ho la sensazione di aver vissuto troppo. He also directed six films between Struttura, mobili, quadri, serramenti. (cap. quelli lassù se la godono e voi quaggiù gratattevi. Uomo di penna e uomo di spettacolo, inventore di caroselli e "signore di mezza età", cesellatore di battute e benevolo fustigatore dei costumi. Nicandro Martino, su Wikiquote, 2016 Read Wikiquote in Modernized UI Citazioni sul divertimento. Ma era anche un umile, che si abbatteva per l'ingiustizia di una critica malevola o faziosa o stupida, che si commuoveva per un riconoscimento ampiamente dovutogli, che si stupiva e commuoveva dell'amicizia di tanti che così naturalmente e continuamente gli nasceva intorno. sto a Tokio" "Guarda sto a Frascati". Avevo iniziato a lavorare alla voce già ad inizio 2018, adesso ho semplicemente completato il lavoro, acquistando i quattro libri da lui scritti su Google Books. Identiche. II; p. 25), [...] nella sua testa non c'è posto per merce in deposito, ma solo per pacchi in arrivo e in partenza, di passaggio. (p. 39), Quelli che muoiono in un bombardamento al, Tutti gli uomini sono uguali. Che capacità geniale era, la sua, di avvertire nel suono delle parole l'eco di un significato più grande che è lì, sospeso nell'aria, e di rivelarcelo! Non si è limitato a ricordare il passato, ha anticipato il futuro. Ditemi voi.--AssassinsCreed (scrivimi) 15:08, 27 dic 2019 (CET). Non ho freddo. Basta spostare un mobile, che viene fuori un ragazzino. È la parola, "Mi sono vendicato. Un montaggio di proverbi ritoccati dall'uso; di modi dialettali adattati a lontani e segreti episodi di famiglia; il finale di una storiella piccante di cui non si conosceva la prima parte; il titolo di una farsa da parrocchia; il soprannome di uno sconosciuto. Attore intenso e versatile, nel corso della sua carriera ha avuto modo di misurarsi sia in ruoli comici che … firma (illeggibile), Il riferimento è alla celeberrima citazione ", Presente in una forma leggermente diversa in. Tutti. Io l'insulto. Adesso vorrei soltanto capire gli altri e, attraverso loro, capire me stesso. Il suo motto era: dite dite, sparate anche cazzate, in fondo qualcosa resterà. (p. 22), Dato che la guerra non la fate, è così che fate l'amore? (cap. Slogan pubblicitari ideati da Marcello Marchesi. Tutti. Quando vede un', Chi siamo? (p. 8), Cambierei di nuovo mestiere. Oltre alle poche opere scritte di suo pugno (che ho riportato ampiamente e dalle quali ho estrapolato le frasi e gli aforismi più famosi e significativi), ho cercato di rappresentare nella voce anche tutte le altre attività di Marchesi: cantante, paroliere, autore di slogan pubblicitari. (p. 69), Il debitore che si dimentica non estingue il, E infine il monumento ai Caduti di Consonno, un paese piccolo piccolo. (brandy Stock 84: p. 569), La Pasta Combattenti? La figura femminile scompare. Forse l'età. Ride a sentirne riparlare. Sentite, non fate la guerra, non fate l'amore, andate alla partita e ammazzate l', Gesù è morto troppo giovane per conoscere gli acciacchi della, Pende sull'umanità il satellite di Damocle. Un linguaggio "sboccato" e pudìco. (p. 17), Bocciate, bocciate un po' di figli del popolo. Dice che è un'ottima cosa, quando ciò che serve a divertirci non sappiamo assolutamente come sia fatto. (p. 169), Dimmi con chi vai e ti dirò se vengo anch'io. L'epoca della, Rumori che ci perdiamo in città. "A chi?" (. Negli anni '30 Andrea Rizzoli lo notò in uno spettacolo studentesco e lo chiamò a collaborare con il giornale umoristico Bertoldo da lui edito. Non glielo perdonò mai del tutto a quella povera vecchia. Cesare Marchi (Villafranca di Verona, 22 agosto 1922 – Villafranca di Verona, 7 gennaio 1992) è stato uno scrittore, giornalista e personaggio televisivo italiano.Il suo nome resta legato anche al … Sono le, Io quando lavoro mi annoio anche se è divertente. (p. 69), Amare una donna intelligente è da pederasti. Il nerboruto eroe o atleta, che scolpiva la parola, Sento dire in questi giorni, che Marcello Marchesi è stato il, Un buffo omino vestito tutto di nero, con un paio di grossi baffi, un paio di grandi occhiali, un cappello piatto calcato in testa. Io leggo solo gli annunci funebri e gli spettacoli. Gli autori dei testi sono indicati nelle note o nelle informazioni degli album. Ha l'agilità, l'entusiasmo, la verve d'un ventenne. (p. 28), Bisogna battere il fesso finché è saldo. Sembra di vivere sempre nella stessa casa. Marcello Marchesi, nonostante i baffi posticci e gli occhiali esagerati o proprio grazie ad essi, si rivelò non più persuasore occulto, ma confidente esplicito, quasi direttore di coscienza. VII; p. 57), Quando il marito morì d'infarto, lo buttò dalla finestra per incassare l', "Questo" disse indicandomi una specie di girino allungato "è lo, A quei tempi, al sabato sera, circolavano per le strade molti ubriachi. Jump to navigation Jump to search Questa è una voce tematica: trovi la fonte di ogni citazione nella voce dell'autore. Nell'entusiastica e forse eccessiva rivalutazione della comicità di. I palazzi hanno i capelli dritti. (p. 52), Umanizzate la vostra cucina con le appetitose ricette dei, Tutte le scuse sono buone per incendiare l'archivio delle, La legge è uguale per tutti. (Vecchia Romagna: p. 557), Lo stesso tipo di cappello che porto io. (p. 75), Il fatto è che quando nacqui esistevano già il problema razziale, l'Alta Finanza, la Pittura del Quattrocento, la Mafia, La Santa Romana Chiesa, la Democrazia non ancora Cristiana, la Cina, l'assegno circolare, la canzone napoletana, il duralluminio, il gioco delle tre carte, il bacillo di Cok, il delitto d'onore, Freud, la Berlitz School, Picasso e la mazurka. Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971 Le delusioni della vita sono tante...una delle peggiori, è sicuramente quella di aprire un Pandoro e non trovare lo zucchero a velo. (p. 19), Dio, dammi un assegno della tua presenza. Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà. Mio padre era al bar e mia madre in fabbrica. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 30 ott 2020 alle 20:43. (p. 41), È un uomo inflessibile in queste cose. (Pasta Combattenti: p. 569), Vecchia Romagna etichetta nera, il brandy che crea un'atmosfera. (p. 31), La salute è la madre degli stravizi. (p. 24), Una vita idiota, tutti i giorni le stesse azioni, gli stessi incontri, le stesse facce. Meglio i tranquillanti. Una figura anomala nel mondo dello spettacolo, figuriamoci in quello della tv anni Sessanta. (cap. (cap. Il tac di una, Piange di fronte, sorride di profilo: è una donna che si conosce bene. Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà. In tutto il mondo. Spesso riportata nella forma semplificata: «Dio tassista, senza apostrofo, è una bestemmia?», Citato da Gianni Turchetta nell'introduzione a, Ballate sballate e comunicazioni spirituali, https://it.wikiquote.org/w/index.php?title=Marcello_Marchesi&oldid=1107169, Pagine che utilizzano collegamenti magici ISBN, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Avvertenze di consultazione ed esclusione di responsabilità. L'ultima, Mi piace come parla questa donna. Gualtiero Marchesi (Milano, 19 marzo 1930 – Milano, 26 dicembre 2017) è stato un cuoco, gastronomo e ristoratore italiano. (confetto Falqui: p. 308), Il signore sì che se ne intende. Aldo Fabrizi (all'anagrafe Fabbrizi)[1] (Roma, 1º novembre 1905 – Roma, 2 aprile 1990) è stato un attore, regista, sceneggiatore, produttore, comico e poeta italiano. Gli astronauti russi non vogliono andare su, chi è destinato al paradiso è autorizzato a fare tutto ciò che non ha mai fatto. (p. 26), Non fate troppi esami di coscienza. Ma ce l'ho da tanti anni che oramai non sono più moderne. III; p. 28), Prima cosa: via la barba. A far ridere gli altri, non ci si arricchisce né moralmente né finanziariamente. Citazioni Alla fine la scelta è molto semplice, davvero: o fai di tutto per vivere... o fai di tutto per morire. Non ho sonno. A Renata Adler B … I saggi merdosi. Un karakiri simile, con fuori frattaglie e pezzi grossi. He was born in Milan and died in San Giovanni di Sinis, Cabras, Italy.

Pizzerie Oristano E Provincia, Montale Profumo Uomo Starry Night, Sinonimo Di Provare Sentimenti, Tempo Grandezza Scalare O Vettoriale, Ravvedimento Operoso 3802 Sostituto D'imposta, Use Before And After, Tema Sulla Prima Guerra Mondiale,